Ma il PRP funziona o no?

PRP: Funziona o no?

“Ma il PRP funziona o no?”

Questa è la domanda che più frequentemente mi sento rivolgere dai pazienti che vogliono informazioni sulle nuove terapie tricologiche.

Tutti hanno navigato su internet e letto giudizi spesso discordanti sull’utilizzo e l’efficacia del PRP, sono confusi e informati nel modo molto parziale che il web offre.

Non si può infatti pensare che un trattamento vada bene per tutti, che la risposta sia la stessa in patologie e persone diverse (sappiamo come un farmaco abbia capacità d’azione molto individuale, le risposte sono sempre soggettive).

A ciò si aggiunge il fatto che negli ultimi anni il PRP ha avuto un vero boom, viene proposto in tutte le “salse”, a volte con promesse mirabolanti, spesso a costi astronomici, a volte invece super scontato con offerte coupon!

Non bisogna mai dimenticare che il PRP è un trattamento medico, che deve essere eseguito da medici seguendo protocolli che siano convalidati dal centro trasfusionale di riferimento (che rilascia un’apposita autorizzazione ad eseguire la procedura).

In realtà si tratta di una tecnica ben nota nel suo meccanismo di funzionamento, con una capacità rigenerativa evidente confermata da anni di applicazione in campo odontoiatrico e osteoarticolare.

PRP e Capelli

Per quanto riguarda i capelli gli studi evidenziano una capacità del PRP di stimolare la vascolarizzazione e la formazione di nuovi vasi a livello del follicolo con una concomitante stimolazione del capello a passare in fase anagen (la fase di crescita) e a rimanervi più a lungo, il tutto grazie all’attivazione di particolari vie di stimolo alla proliferazione e alla differenziazione cellulare (Wnt beta catenine, protein kinasi) esercitata dai fattori di crescita piastrinici.

Anche la letteratura in proposito negli ultimi anni sì è arricchita di valutazioni cliniche che hanno confermato i benefici del trattamento, con un aumento della durata della fase anagen, un incremento della densità dei follicoli e del diametro a fronte di una assoluta assenza di effetti collaterali, il che rende il PRP sicuro ed efficace.

Sarà il medico a consigliare il trattamento tenendo conto del tipo di alopecia, del grado di miniaturizzazione dei follicoli (nelle forme molto avanzate la risposta è minima), delle possibili alternative terapeutiche affinché questa utile terapia dia i migliori risultati possibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 4 =