Dieta mediterranea e pelle

Acne e dieta: dimmi che pelle hai e ti dirò cosa mangi.

Zuccheri, latticini e grassi saturi sono responsabili dell’acne.

Sappiatelo.

Numerosi studi negli ultimi anni hanno rilevato il ruolo della “dieta occidentale” nello scatenare e mantenere l’acne: sono incriminati in particolare i cibi ricchi di zucchero (dolcetti, bevande zuccherate), i carboidrati raffinati (farine) e i derivati del latte ad alto contenuto di grassi (burro) .

Il valore dell’indice glicemico di certi cibi, che misura la loro  capacità di aumentare i livelli di glucosio nel sangue, è uno dei parametri con cui si misura il “rischio” di un dato alimento , in particolare: zucchero, pane bianco, riso bianco, cioccolata.

Queste sostanze stimolano il rilascio della insulina dal pancreas e l’insulina, a sua volta, mette in modo un meccanismo metabolico-ormonale che ha come ultimo bersaglio la ghiandola sebacea che viene “stimolata”, con infiammazione e formazione di comedoni, papule e pustole.

Il latte è stato incriminato già da molti anni, in relazione al suo alto contenuto di ormoni steroidei che sono i precursori degli androgeni coinvolti nella genesi dell’acne ; in aggiunta la leucina, un aminoacido di cui è ricco il latte vaccino, innesca un meccanismo a cascata che porta ad un aumento dell’attività della ghiandola sebacea.

In ultimo la carne ma anche le uova, ricche di leucina , agiscono come i latticini ma sarebbero anche in grado di agire su un fattore di stimolazione dell’insulina e quindi avrebbero anche un meccanismo d’azione simile a quello svolto dai carboidrati raffinati.

In definitiva chi soffre di acne deve evitare il junk-food: hamburger, patate fritte, bevande dolci gassate, merendine. 

Sarà comunque il dermatologo , valutate la situazione ormonale e metabolica, a dare le corrette indicazioni dietetiche.

Volete una bella pelle: non abbandonate mai della dieta mediterranea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno + diciannove =